protesi

La protesi permette di ridare a pazienti che hanno perso tutta o parte della dentatura una nuova masticazione e spesso un nuovo sorriso.
Le protesi possono essere completamente mobili, in parte mobili e in parte fisse, o completamente fisse.

LA PROTESI MOBILE

La protesi mobile riguarda ogni tipo di apparecchio rimovibile, dalla protesi totale (la dentiera), agli scheletrati (particolari protesi parziali rinforzate da uno “scheletro” di metallo e agganciate ai denti residui), fino alle protesi parziali provvisorie, che vengono di solito utilizzate per la sostituzione immediata di elementi estratti, in attesa della guarigione dei tessuti.

LA PROTESI FISSA

Le protesi fisse possono essere completamente ancorate a denti naturali o a impianti.
Possono essere prodotte con diversi materiali:

La resina, che viene confezionata nei colori più simili ai denti naturali, è utilizzata normalmente per i provvisori, cioè quelle protesi fisse posizionate in bocca per un periodo di tempo limitato, o per motivi diagnostici e di verifica, o per il tempo necessario all’odontotecnico per la produzione degli elementi definitivi.

L’oro che viene utilizzato per fondere denti da posizionare in zone della bocca non visibili.

La ceramica viene preparata nel laboratorio odontotecnico su “cappette” fuse in metallo o di zirconia, e poi “cotta” in speciali forni ad altissime temperature per conferirle le caratteristiche di estetica, durezza, trasparenza e levigatezza, che la rendono praticamente uguale ai denti naturali.