La conservativa è quella parte della odontoiatria che si occupa della cura della carie e delle sue conseguenze.
Oggi questa branca dell’odontoiatria non si accontenta di eliminare la carie dal dente ma cerca anche di ricostruire il dente ridandogli l’aspetto estetico che aveva prima dell’aggressione cariosa.

Per far ciò è necessario pulire e disinfettare la cavià del dente causata dalla carie, asportare il tessuto malato e infetto; ricostruire la sostanza dentale perduta mediante materiale da otturazione.

La maggior parte delle nostre otturazioni viene effettuata con:
I compositi estetici, materiali di ultima generazione, costituiti da una matrice organica (resina) che conferisce la plasticità e l’adattabilità all’interno della cavità cariosa, e da una parte inorganica (ceramica o vetro) che conferisce la robustezza, la resistenza alle abrasioni e la lucentezza.
Vi è inoltre la possibilità di restaurare l’elemento dentale cariato utilizzando gli intarsi, cioè delle piccole protesi in oro, in composito o in porcellana, che riproducono la parte di dente persa per la carie e che vengono poi cementate in bocca.

E’ una metodica che comporta la preparazione della cavità risanata, la presa dell’impronta le varie prove e la cementazione finale.